Tourist Information Guide

Accessibilità per disabili a Barcellona

Page Content

Articolo inviato dal visitatore del sito Helen Clayton, UK 13 Febbraio 2006

Come al solito ero stressata all'idea dei problemi che avrei avuto affrontando una città sconosciuta, anche se in realtà non era proprio necessario.

Mio marito ha portato con sè a Barcellona il suo piccolo scooter elettrico, che si è dimostrato inestimabile. I marciapiedi avevano sempre le rampe, anche nel vecchio Barri Gòtic, e attraversare le strade trafficate era semplicemente questione di aspettare la "luce verde" che compariva automaticamente dopo pochi minuti di attesa.

Per la prima volta in 20 anni mio marito è salito su un autobus, dato che la pedana è scesa al livello del pavimento consentendo un facile accesso.

Molti dei bar hanno un piccolo gradino o rampa e in caso di problemi la gente era più che felice di aiutare. La nuova zona fronte-mare con la Rambla del Mar è accessibile, come lo è gran parte del distretto Eixample sopra Plaça Catalunya.

Barcellona è stata di gran lunga la città più accessibile che abbiamo visitato in Spagna e abbiamo intenzione di ritornarci ancora e ancora, dato che è stato un piacere stare in un posto così pieno di edifici storici e con così tanta innovazione ed energia.

Devo dire che il motorino ha attirato tanti sguardi curiosi, che però non ci hanno infastidito, e dopo aver spinto una sedia a rotelle per le città non doversi preoccupare ancora di un altro mal di schiena è stato un cambiamento ben accolto!

Non abbiamo visitato Parco Güell ma abbiamo visitato un gran numero di altri siti di interesse ed erano veramente poche le volte in cui il mio partner, essendo disabile, è stato escluso da qualcosa.

In un museo il personale ci ha consentito l'accesso ai bagni del personale. Un ragazzo della sicurezza ha fisicamente alzato mio marito dal motorino lo ha sistemato nella sedia a rotelle con grande cura e pazienza.

I tassisti rifiutavano la mia assistenza e caricavano il motorino sul taxi e poi, quando raggiungevamo la nostra destinazione, saltavano fuori per scaricarlo e sistemarlo in una zona piana.

Mio marito ha aiutato molto parlando spagnolo, ma in generale credo che Barcellona sia una città che fa del suo meglio per essere la più premurosa possibile. Ce ne siamo innamorati da subito e la consigliamo caldamente (dopo un'attenta ricerca di hotel e disponibilità di camere per disabili).

Nota dell'editore: Grazie Helen per aver inviato questa recensione. Molta gente che visita Barcellona potrà beneficiare della tua esperienza e del tuo commento.


Torna all'inizio della pagina