Tourist Information Guide

Turisti con disabilità raccontano le loro esperienze di visita alla città.

Page Content

Nome: M. O'Dea
Paese: Irlanda
Data: 27 agosto

Suggerimenti: Raccomando vivamente Barcellona agli utenti in sedia a rotelle e a chi viaggia fornendo assistenza. Gli autobus sono comodi, tutti accessibili, e con l'app giusta per il telefono è possibile andare ovunque in città senza una pianificazione eccessiva. Parco Güell è sulla cima di una collina ripida, quindi vale la pena tenerne conto quando si pianifica una visita.

I taxi sono numerosi, ben regolamentati e i conducenti informati, ben istruiti nell'assistenza ai loro passeggeri, molto disponibili e gentili. I taxi sono anche economici e ben regolati.

Barcellona è quasi indescrivibile. È bellissima ovunque, ben organizzata, piena di energia, traboccante di visitatori, vasta ma con migliaia di caffè locali, bar e negozietti. La storia vive fianco a fianco con il futuro.

Il popolo spagnolo/catalano è giustamente orgoglioso della sua città. Concediti una visita.


R. Morgan
Inghilter
ra, GB

Sono appena tornato da 4 giorni a Barcellona con mia sorella, che è su una sedia a rotelle manuale.

La città era molto facile da girare: tutti i marciapiedi erano lisci con cordoli abbassati (ma attenzione agli scoli in pietra).

Abbiamo usato la Metro ma siamo rimaste senza accesso una volta trasferite su un'altra linea e abbiamo dovuto prendere un taxi.

Siamo state all’Hotel Vilamari vicino Plaça España (ottimo per shopping, ristoranti e le famose fontane), che era ben progettato per muoversi e offriva deliziose colazioni; l’unico problema era il bagno presente nella stanza adattata (inutile) e l’assenza di luce naturale poiché le finestre si affacciavano sui cortili.

Non mi preoccuperei di chiamare Taxi Amic a meno che non sia necessario dato che non hanno risposto alla mia e-mail e sono stati scortesi quando ho telefonato.

Abbiamo visto la maggior parte di La Pedrera (impegnativo ma ne vale la pena) e abbiamo fatto il giro in funivia (sedia a rotelle sollevata manualmente).

I punti migliori erano la spiaggia della Barceloneta che è bella da percorrere, il Museo Marittimo e El Born con il suo sito archeologico e un buon caffè. Non abbiamo visitato Sagrada Família, Parco Güell e nessuna delle viste da Montjuïc.


Nome: N. Robinson
Paese: Inghilterra
Email: Riservata
Data: 20 luglio

Feedback

Siamo appena ritornati da un viaggio a Barcellona con una sedia a rotelle e abbiamo pensato di raccontare la nostra esperienza.

Mezzi di trasporto pubblici

Abbiamo usato solo mezzi di trasporto pubblici per tutta la settimana di permanenza e non abbiamo mai preso un taxi. A causa del caldo camminare tutto il giorno era difficile, quindi riuscire a spostarsi per la città in questo modo è stato una fortuna.



Accesso al bus per viaggiatori disabili

Tutti gli autobus, le metropolitane e gli aerobus (dall'aeroporto) sono comodi e dotati di aria condizionata. TUTTI gli autobus sono semplici da usare e hanno rampe di accesso e zone apposite per sedie a rotelle a bordo. Gli autisti sono molto gentili e disponibili, anche se non parlano inglese. Fermeranno tranquillamente l'autobus finché tutti non sono saliti e al loro posto. Gli autobus sono accessibili alle sedie a rotelle motorizzate o a spinta e possono portarti in ogni zona della città.

Trasporti metro per persone con disabilità

Anche la metropolitana è semplice da usare, ma avrai bisogno di una mappa della metropolitana per sapere quali fermate sono accessibili via ascensore. Tutti i treni sono accessibili ai disabili, quindi l'unico ostacolo sono le stazioni. Anche qui ci sono spazi riservati ai disabili e i passeggeri li rispettano. Consiglio questo mezzo di trasporto per chi ha sedie a rotelle manuali con supporto, poiché alcune stazioni hanno un dislivello di qualche cm per salire o scendere. Se devi cambiare linea, assicurati che la stazione sia accessibile per entrambe. Abbiamo usato la metropolitana tutta la settimana senza grandi problemi.

Accesso alla funicolare di Montjuïc

La funicolare e la teleferica sono entrambe accessibili, basta accertarsi di essere dal lato designato della funicolare poiché su tutti gli altri si trovano dei gradini.

Servizi igienici e accessibilità generale della città

L'accessibilità generale della città è ottima in tutte le zone grazie a marciapiedi bassi ecc. Anche bar, ristoranti e negozi sono di facile accesso; un po' meno i bagni, ma alcuni locali hanno bagni per disabili.

Nei luoghi pubblici, spesso abbiamo fatto un salto in uno dei tanti musei con servizi igienici per disabili prima di entrare nella parte principale del museo. Nessuno ci bada (o se ne accorge). La maggior parte delle attrazioni sono accessibili (anche la Sagrada Familia, anche se per entrare la rampa è un po' ripida) e Camp Nou è accessibile solo nella parte museale e del campo, ma non negli spogliatoi ecc.

Senza dubbio questa è la città più accessibile e facile da visitare che abbiamo mai visitato. Anche le persone del posto sono amichevoli e disponibili. Inoltre, è una città fantastica.

Nota del redattore: Grazie per aver condiviso la vostra esperienza. È sicuramente molto d'aiuto per chi deve organizzare un viaggio a Barcellona.


Torna all'inizio della pagina